Giobbe. Storia di un uomo semplice

ADATTAMENTO DI FRANCESCO NICCOLINI
DAL ROMANZO DI JOSEPH ROTH
CONSULENZA LETTERARIA E STORICA JACOPO MANNA
CON ROBERTO ANGLISANI
REGIA FRANCESCO NICCOLINI

La storia tragicomica di “uno stupido maestro di stupidi bambini”, in un piccolo villaggio della Russia, al confine con la Polonia, nel primo Novecento: “Giobbe. Storia di un uomo semplice” è un monologo ispirato al romanzo di Joseph Roth. Porta in scena la storia di Mendel Singer, “un uomo insignificante devoto al Signore e dal Signore – crede lui – abbandonato”.

Al punto da voler bruciare Dio, prima dell’insperato ricongiungimento con un figlio che credeva perduto.

Mendel è un novello Giobbe, costretto a subire innumerevoli lutti, sino al riscatto e al grande miracolo finale.
Un racconto intenso, “dove si ride e si piange, si prega e si balla, si parte, si arriva e si ritorna, si muore in guerra e si rinasce” con un grande protagonista in scena da solo con una sedia e un cappello.
Anglisani riesce a mostrarci Mendel Singer con grande delicatezza, interpretandone la fragilità, l’insicurezza, la rassegnazione, i mutamenti.

Esistono tante vite in una sola vita, ma per poterle conoscere non resta che fare la cosa più semplice e più complicata di sempre: continuare a vivere, sopportando il peso del dolore e la bellezza della gioia.

Sabato 6 Novembre ore 21:00

Intero 10 €
Ridotto 8 €